RIEDUCAZIONE PERCETTIVA

La percezione: un processo mentale attraverso il quale gli stimoli sensoriali sono resi coscienti, riconosciuti, posti a confronto con altri, collocati in parametri spaziali e temporali e successivamente interpretati. 

Il suo negativo, la dis-percezione, è definita dall’enciclopedia Treccani come: “alterazione della facoltà di percepire, di acquisire cioè, mediante i sensi, informazioni su sé stessi e sul mondo circostante”.
La percezione è il processo che ci aiuta ad orientarci e percepire noi stessi (propriocezione) e il mondo. Include molteplici aspetti: visivo, sensoriale, motorio, cognitivo, spaziale, emotivo. Proprio l’eterogeneità e la complessità della percezione deve indurci a riflettere sulla sua importanza, sul bisogno fondamentale che sia più equilibrata possibile in ognuno di noi, tenendo sempre presente, però, la plasticità del nostro cervello e la sua conseguente capacità di sopperire ad eventuali mancanze.
È proprio questo il punto di maggiore interesse: siamo in grado di re-imparare, ri-educarci, ri-abilitarci, ri-equilibrarci e ri-trovare un punto di partenza da cui ri-costruire qualcosa che abbiamo o sentiamo di aver perso.
Rieducare la percezione significa dare alla persona la possibilità di rientrare in pieno contatto con se stessa, provando emozioni, scoprendo aspetti di sé poco noti o dimenticati, scoprendo il proprio corpo ed il suo corretto funzionamento.
Apprendimento e pazienza. 
Accoglienza verso di sé e verso gli altri perché il ritrovato contatto con noi stessi apre orizzonti meravigliosi anche nei riguardi di chi ci circonda.

 

Per info o appuntamenti: 346.4208078

Padova

©2020 di Dottoressa Gioia Simoni